MAURIZIOMELUCCIBLOG.COM

INVECCHIAMENTO PRECOCE

Cosa accade alla nostra pelle quando si ha un invecchiamento precoce dei tessuti. 

Pelle e invecchiamento precoce

Articolo scritto grazie anche alla cortese consulenza del Prof. PIETRO LORENZETTI CHIRURGO PLASTICO

Vive e lavora a Roma ma riceve ed opera in diverse sedi sul territorio nazionale: Roma, appunto, Milano, Senigallia, Catania, Siracusa e Palermo. È stato docente di Chirurgia Estetica all’Università Cattolica di Porto Alegre (Profesor Convidado).  È socio fondatore della Società Italiana per la cura e chirurgia dell calvizie . È Professore a contratto presso l’Università di Camerino.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e ha pubblicato tre libri intitolati “Intelligenza estetica”, “Il chirurgo dell’anima”, “Specchio delle mie brame”, “madri e figlie a confronto”. È ospite di numerose trasmissioni televisive nazionali, in qualità di esperto di Chirurgia Estetica.

l'invecchiamento precoce:

Con l’invecchiamento precoce della pelle s’intende un alterazione del processo naturale, continuo e graduale di mutamento del corpo, che avvolte per diversi motivi può subire un accelerazione. In poche parole quando si parla di normale invecchiamento cutaneo e non solo, si intende l’insieme dei molteplici cambiamenti che si verificano nell’organismo con il progredire dell’età. 

Si tratta di una fase normale dello sviluppo biologico, in cui sono implicati diversi meccanismi fisici e biologici, e durante la quale si assiste al progressivo decadimento fisico e al declino di molte funzioni dell’organismo.

Nello specifico, e da un punto di vista medico-scientifico, l’invecchiamento consiste in un processo di degenerazione che coinvolge organi, tessuti e cellule, e che conduce alla vecchiaia, generalmente definita come il periodo finale del ciclo vitale, e caratterizzata dal progressivo indebolimento dell’organismo e dal rallentamento delle funzioni fisiologiche

I primi segni di questo fenomeno cutaneo iniziano a comparire intorno ai 25-30 anni, sotto forma di lieve perdita di elasticità, minore tono cutaneo e rughe molto sottili. Questi sono i primi segnali del processo fisiologico di invecchiamento della pelle. Questo processo, per quanto sia naturale ed inevitabile, è lento anche se progressivo e può essere comunque prevenuto e rallentato.

Cosa succede alla nostra pelle con l'invecchiamento precoce?

Alla base di questi primi segnali dell’invecchiamento precoce ci sono le alterazioni che interessano tutti e tre gli strati della pelle: l’epidermide, il derma e l’ipoderma.

Nello strato più superficiale, detto epidermide, si assiste ad un rallentamento del ricambio cellulare o turnover epidermico, e la pelle comincia a essere meno difesa e meno “combattiva”.
Nel derma inizia a diminuire la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico, importanti nel dare tono, turgore ed elasticità alla cute.
Nell’ipoderma, lo strato più profondo, il cambiamento interessa la struttura del tessuto adiposo, provocando a lungo andare una perdita di volume soprattutto nelle guance.

Le prime rughe compaiono soprattutto intorno a occhi e labbra, zone in cui la pelle è molto sottile.

Vengono definite “rughe d’espressione” perché sono proprio certe espressioni del viso, ripetute nel tempo, ad accentuare questi primi segni dell’invecchiamento cutaneo.

Crema anti age. Clicca qui!

L'invecchiamento precoce sintomi iniziali:

  • Quando invecchi, la tua pelle diventa più sottile, meno elastica e potrebbe facilmente formarsi lividi.
  • A causa della minore produzione di olio per la pelle, la pelle diventa più secca.
  • Si formano rughe, in particolare sul viso e sulle braccia.
  • Ci sono più macchie senili e piccole escrescenze sulla pelle, chiamate etichette cutanee.
  • I tuoi capelli stanno diventando grigi e si assottigliano.
  • I tuoi muscoli indeboliscono, in particolare se non mangi abbastanza proteine e ti alleni regolarmente in palestra.
  • L’artrite insorge nelle principali articolazioni portanti (anche e ginocchia) spesso richiedendo protesi totali del ginocchio e dell’anca.
  • La tua vista si indebolisce a causa della cataratta e in alcuni casi a causa della degenerazione maculare della retina.
  • Se non integri con vitamina D3 e K2 la tua densità ossea diminuisce causando l’osteoporosi. Questo porta spesso a fratture spontanee di polsi, caviglie, anche e corpi vertebrali.
  • La tua capacità polmonare diminuisce con il processo di invecchiamento.
  • La tua elaborazione mentale rallenta e molti sviluppano problemi di memoria e il morbo di Alzheimer.
 

Differenze tra uomo e donna

Ad esempio, tra le cause più comuni sia nel caso di invecchiamento precoce cutaneo che di normale invecchiamento della pelle,  ci sono:

  • Il vizio di fumare o di bere
  • La cattiva alimentazione sbilanciata verso zuccheri raffinati e grassi
  • L’abuso di droghe
  • La mancanza di attività fisica
  • Lo stress eccessivo
  • La scarsa qualità del sonno
  • Le continue oscillazioni di peso
  • La scarsa idratazione

Nell’uomo, la minor produzione di testosterone porta delle inevitabili conseguenze nella sfera sessuale e nel rapporto tra massa magra e massa grassa. Il grasso sottocutaneo può cambiare l’inclinazione degli occhi, per effetto della pelle che si atrofizza e tende a cedere sotto la spinta della gravità (essendo meno elastica). Il corpo perde tonicità soprattutto in assenza di attività fisica. Si accumula grasso sull’addome e cambia pure la postura.

La donna invecchia in modo più precoce rispetto all’uomo. Questo avviene perché il suo corpo è più complesso di quello maschile, dovendo poter procreare. Il periodo fertile è limitato nel tempo (mentre l’uomo in teoria può diventare padre ad ogni età); con l’arrivo della menopausa la donna tende a prendere chili e la struttura ossea si indebolisce per effetto dell’osteoporosi). 

Per quanto riguarda il viso, invece, questo tende a riempirsi, a diventare più carnoso anche sotto gli occhi. La distanza tra naso e bocca aumenta. Le zone del collo e delle mani sono quelle che per prime rivelano la vera età di una donna, anche se non assiste alla perdita dei capelli tipica dell’uomo (alopecia androgenetica).

In media la donna vive in media il 5% in più rispetto all’uomo. Dal punto di vista scientifico questo avviene perché i telomeri (la parte finale dei cromosomi) sono più lunghi e si preservano meglio nel tempo, grazie all’azione protettiva degli estrogeni. È infatti proprio il progressivo deteriorarsi dei telomeri che porta al danneggiamento della cellula (che non ha più difese per il suo DNA) e quindi all’invecchiamento. Ovviamente, sia i cambiamenti estetici che l’invecchiamento precoce nel proprio stato di salute non dipendono solo dal passare del tempo ma sono molto influenzati da fattori esterni e abitudini errate.

Ecco alcuni pratici consigli su come contrastare l’invecchiamento precoce ai primi sintomi:

Smettere di fumare, consumare una quantità moderata di alcool e proteggersi dai raggi ultravioletti: queste sono le 3 azioni principali da mettere in atto il prima possibile per contrastare l’invecchiamento precoce della pelle.

  1. Smettere di fumare.
  2. Consumare una quantità moderata di alcool.
  3. Proteggersi dai raggi ultravioletti.
  4. Prediligi un’alimentazione sana. Una dieta equilibrata ricca di frutta e verdura fornisce una buona fonte di antiossidanti (molecole che agiscono neutralizzando i radicali liberi). Modificare la propria dieta inserendo una maggiore quantità di questi alimenti chiave può aiutare a ridurre lo stress ossidativo e a prevenire l’invecchiamento cutaneo prematuro. Una dieta sana può anche rallentare il processo di invecchiamento cutaneo in generale.
  5. Proteggi la pelle dall’inquinamento dell’aria. Anche l’inquinamento dell’aria, comune in molte delle nostre città, provoca la formazione dei radicali liberi ed aggrava gli effetti dell’esposizione solare, accelerando lo stress ossidativo. Proteggere la pelle quotidianamente con un adeguato prodotto con SPF aiuta a rallentare questo processo.

queste sono le 5 azioni principali da mettere in atto il prima possibile per contrastare l’invecchiamento precoce della pelle

Prodotto utile a contrastare l’invecchiamento precoce al sorgere dei primi sintomi:

In conclusione, l’invecchiamento precoce non è una condanna inevitabile. Sebbene i sintomi iniziali possano essere preoccupanti, ci sono molte strategie e trattamenti disponibili per rallentare il processo e mantenere un aspetto giovane e una salute ottimale. La chiave è la prevenzione e l’azione tempestiva: una dieta sana, esercizio fisico regolare, protezione dalla luce solare e uno stile di vita generale sano sono fondamentali. Se noti sintomi di invecchiamento precoce, non esitare a consultare un professionista della salute. Ricordati, l’invecchiamento è un processo naturale, ma come e quando invecchiamo può essere, in una certa misura, sotto il nostro controllo. Mantieni un atteggiamento proattivo nei confronti della tua salute e del tuo benessere, e potresti ritrovarti a godere di un aspetto più giovane e di una salute migliore per molti anni a venire.

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.