MAURIZIOMELUCCIBLOG.COM

Caduta dei capelli: perchè accade?

Caduta dei capelli: Perché accade?

Stress e cattiva alimentazione sono solo alcune delle cause alla base della caduta dei capelli.

Durante tutto il periodo della nostra vita, i capelli crescono, cadono e ricrescono più volte. Il problema, sorge, quando questo ciclo naturale si blocca e ci si deve abituare ad avere la testa pelata definitivamente. Fino a quando la caduta dei capelli rientra nel predetto normale ciclo di ricrescita, infatti, non c’è nulla di cui spaventarsi. È tutto assolutamente normale. Ma dopo che succede?

La caduta dei capelli e le sue cause:

Un primo passo per conoscere l’effettivo stato di salute del proprio cuoio capelluto si  chiama tricogramma. Questo esame diagnostico del capello, valuta se una persona è soggetta a regolare caduta dei capelli o se affetto da qualche patologia del cuoio capelluto. Se il rapporto tra i capelli in fase di crescita e quelli in fase di involuzione si sbilancia a favore di questi ultimi, significa che siamo in presenza di una perdita anomala. Le cause possono essere diverse fra cui: la  psoriasi, iperidrosi, alopecia, forfora, prurito, dermatite seborroica, seborrea, follicolite, sono solo alcune delle problematiche che colpiscono il cuoio capelluto, generando fastidi e disagi a chi ne soffre.

Anche il fattore ereditario é determinante per la caduta degli amati capelli, sia per gli uomini che per le donne. Anche gli ormoni rivestono un ruolo non secondario nella caduta dei capelli, poiché inibiscono la produzione pilifera e quindi se alterati possono contribuire alla loro caduta. In altri casi, alla base della perdita di capelli ci può essere una patologia. Ad esempio chi soffre di anemia è più facile che diventi, calvo precocemente, così come chi ha problemi al pancreas o alla tiroide. Stesso discorso per gli affetti da eccesso di vitamina A, carenza di zinco e diabete. Senza dimenticare le patologie che colpiscono direttamente il capello, come la seborrea, che dà luogo anche alla forfora o ad una dermatite.

Nella maggior parte dei casi, attraverso trattamenti localizzati, si riesce ad intervenire in tempo. Ovviamente occorre rivolgersi a professionisti competenti e in grado di valutare in modo oggettivo il singolo caso in esame. I rimedi per la caduta dei capelli nell’uomo, in generale, comprendono dunque trattamenti farmacologici basati su principi attivi che influiscono sull’attività dell’enzima deputato alla sintesi degli ormoni androgini. Il problema è che non c’è assoluta chiarezza sul tema e sul fatto che talvolta l’utilizzo di certi farmaci possano avere controindicazioni che riguardano l’apparato riproduttivo. Come detto, anche l’alimentazione ha infine un ruolo importante per combattere la caduta dei capelli. Cereali e avena, grazie a ferro, fosforo e magnesio, sono da tenere in dispensa quando allo specchio ci si accorge di qualche campanello d’allarme. E lo stesso vale per frutta secca, pesce, olio di semi di lino e frutti di mare

In conclusione, la caduta dei capelli è un fenomeno naturale che può essere influenzato da una serie di fattori, tra cui l’età, la genetica, l’equilibrio ormonale, lo stress, l’alimentazione e le condizioni di salute generali. È importante ricordare che la perdita di capelli non dovrebbe mai essere ignorata, poiché può essere un segnale di un problema di salute sottostante. Se noti un aumento della caduta dei capelli o se sei preoccupato per la tua perdita di capelli, è fondamentale consultare un professionista della salute o un tricologo per un’accurata diagnosi e un consiglio personalizzato. Ricorda, mantenere i capelli sani è una parte importante del mantenimento della tua salute e bellezza complessiva.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.